Microsoft Windows Server 2019

  • 12 aprile 2018
Microsoft Windows Server 2019

Microsoft è passata a un aggiornamento più graduale di Windows Server. Per questo molte delle caratteristiche che diventeranno disponibili con Windows Server 2019 sono di fatto già utilizzate nelle reti aziendali.

Con il rilascio di Windows Server 2019, Microsoft lancia di fatto tre anni di aggiornamenti per la sua piattaforma Hci (Hyperconverged infrastructure). Questo perché il programma di aggiornamento graduale che Microsoft ora utilizza include quelle che definisce versioni semi-annuali, aggiornamenti che vengono rilasciati incrementalmente non appena sono disponibili.

Poi ogni due anni crea una versione importante chiamata Ltsc (Long term servicing channel) che include gli aggiornamenti dalle precedenti versioni a canale semi-annuale.

Il Ltsc Windows Server 2019 è previsto per questo autunno ed è ora disponibile per i membri del programma Insider di Microsoft.

Mentre i componenti fondamentali di Hci (calcolo, storage e networking) sono stati migliorati con le release Semi-Annual Channel, per le organizzazioni che costruiscono data center e piattaforme ad alta scala definite dal software, Windows Server 2019 è una release significativa per il software defined datacenter.

Con l'ultima release, Hci viene fornito in aggiunta a un insieme di componenti forniti in bundle con la licenza del server. Questo significa avere una dorsale di server che eseguono HyperV per consentire l'aumento o la diminuzione dinamica della capacità per carichi di lavoro senza tempi di inattività.

Interfaccia grafica per Windows Server 2019. Con la versione Ltsc di Windows Server 2019, i professionisti It avranno ancora una volta la loro interfaccia grafica desktop di Windows Server oltre alle versioni ServerCore e Nano senza interfaccia grafica.

Project Honolulu. Con il rilascio di Windows Server 2019, Microsoft rilascerà formalmente il proprio strumento di gestione del server Project Honolulu. Project Honolulu è una console centrale che permette ai professionisti IT di gestire facilmente i server Gui e Gui-less Windows 2019, 2016 e 2012R2 nei loro ambienti. I primi utilizzatori hanno trovato la semplicità di gestione che Project Honolulu fornisce con l'implementazione di attività comuni come il monitoraggio delle prestazioni (PerfMon), la configurazione del server e le attività di impostazioni, e la gestione dei servizi Windows che girano su sistemi server. Questo rende questi compiti più facili da gestire per gli amministratori su un mix di server nel loro ambiente.

Miglioramento della sicurezza. Microsoft ha continuato a includere funzionalità di sicurezza integrate per aiutare le organizzazioni con un modello di gestione della sicurezza. Windows Server 2019 include Windows Defender advanced threat protection (Atp) che valuta i vettori comuni per le violazioni della sicurezza, blocca automaticamente e avvisa su potenziali attacchi dannosi. Gli utenti di Windows 10 hanno ricevuto molte delle funzioni Atp di Windows Defender negli ultimi mesi. Compreso Windows Defender Atp su Windows Server 2019 che permette loro di sfruttare l'archiviazione dei dati, trasporto di rete e componenti di integrità della sicurezza per evitare compromessi sui sistemi Windows Server 2019.

Container più piccoli ed efficienti. Le organizzazioni stanno rapidamente riducendo al minimo l'ingombro e i costi delle operazioni It eliminando server più ingombranti con container più leggeri ed efficienti. Gli addetti ai lavori di Windows hanno beneficiato di una maggiore densità di calcolo per migliorare le operazioni complessive delle applicazioni senza alcun costo aggiuntivo per i sistemi server hardware o l'espansione della capacità hardware. Windows Server 2019 ha un'immagine ServerCore più piccola e snella che riduce i costi di gestione della macchina virtuale del 50-80%. Quando un'organizzazione può ottenere la stessa (o più) funzionalità con un'immagine significativamente più piccola, è in grado di ridurre i costi e migliorare l'efficienza degli investimenti It.

Sottosistema Windows su Linux. Windows Server 2016 ha il supporto aperto per le istanze Linux come macchine virtuali, e la nuova versione di Windows Server 2019 fa enormi progressi, includendo un intero sottosistema ottimizzato per il funzionamento dei sistemi Linux su Windows Server. Il sottosistema Windows per Linux estende il funzionamento di base della macchina virtuale dei sistemi Linux su Windows Server, e fornisce un livello più profondo di integrazione per la rete, l'archiviazione nativa del filesystem e controlli di sicurezza. Può abilitare istanze virtuali Linux crittografate. Le aziende hanno trovato l'ottimizzazione dei contenitori con la possibilità di supportare nativamente Linux su host Windows Server e diminuire i costi eliminando la necessità di due o tre piattaforme infrastrutturali, e invece eseguirli su Windows Server 2019.

Poiché la maggior parte delle "nuove funzionalità" di Windows Server 2019 sono state incluse negli aggiornamenti degli ultimi due anni, non si tratta di sorprese rivoluzionarie. Tuttavia, significa anche che le funzionalità di Windows Server 2019 che facevano parte delle versioni di Windows Server 2016 Semi-Annual Channel sono state provate, testate, aggiornate e collaudate, in modo che quando Windows Server 2019 viene fornito, le organizzazioni non devono aspettare da sei a 12 mesi per un service pack di correzioni di bug.

 

 

 

fonte: www.01net.it